logo

logo

lunedì 5 settembre 2016

il criticismo kantiano



Immanuel Kant (Königsberg 22 aprile 1724 -Königsberg  12 febbraio 1804)


La svolta nella filosofia moderna verso la contemporaneità è data certamente dal criticismo di Immanuel Kant, filosofo sistematico ed abitudinario nella quotidianità ( come riportano vari aneddoti sulla sua vita privata) ma assolutamente rivoluzionario nell'organizzazione della conoscenza e nelle indicazioni morali, politiche, estetiche.

Tutte le sue risposte ruotano intorno ad un'unica domanda, la più antica ed insieme la più moderna della filosofia: 
CHE COS'E' L'UOMO?

Conoscere, agire, giudicare il bello e il sublime trovano nella sua filosofia risposte organiche, percorsi lineari, idee destinate a tracciare un cammino indelebile.

Proviamo e ripercorrerlo insieme, prima di procedere oltre


LE TRE CRITICHE DI KANT, tappe, conquiste, conclusioni


mappe di Serena Petralia, 5 B

LA CRITICA DELLA RAGION PURA

LA CRITICA DELLA RAGION PRATICA

le mappe di Mario Nicotra 5 B

LE DUE CRITICHE KANTIANE
pensiero e conoscenza

dal bello al sublimel'infinito
di Giacomo Leopardi

Nessun commento:

Posta un commento

scrivi qui il tuo commento, sarà visibile dopo l'approvazione