logo

logo

martedì 13 febbraio 2018

Impressionismo e Positivismo

L'impressionismo è una corrente artistica che cerca di realizzare a livello artistico quello sguardo oggettivo sulla realtà corrispondente in campo filosofico al Positivismo, in campo letterario al Naturalismo (Cézanne è amico di Zola sin dalla giovinezza) e in campo scientifico all'evoluzionismo.
Il termine impressionismo verrà usato per sottolineare che noi percepiamo la realtà attraverso "impressioni" di forme, di luci, di colori, impressioni diverse dall’uno all’altro osservatore. Il punto di partenza degli impressionisti è la resa della realtà, non di una parte più significativa di altre. Questa resa della realtà ha talvolta qualificato gli impressionisti come "realisti". Un critico, fin dal 1863, preferì chiamarli "naturalisti" e il termine venne ripreso da Zola. Le due parole, "realismo" e "naturalismo", spesso si identificano. 
Tuttavia nel naturalismo è possibile cogliere una sfumatura che lo distingue dal realismo come polemica sociale, ossia il fatto che il naturalismo esprime la vita in tutte le forme, quelle della natura e quelle create dall’uomo, integrandole insieme a un tutto unitario, senza sottintesi sociali. 
Allo stesso modo i naturalisti rendono la realtà così come la vedono e non si limitano a rappresentarla naturalmente ma la comprendono tutta, anche quella umana e cittadina. Poiché noi viviamo in mezzo alla realtà e stabiliamo con essa un contatto quotidiano, ogni suo aspetto, anche quello più banale, fa parte di noi stessi ed è quindi passibile di essere dipinto. 
Da qui trae origine l’indifferenza al tema; qualunque soggetto sia trattato, esso vive solo per la vita che gli dà l’artista. Scrive Zola che l’artista "esiste di per sé e non per i soggetti che sceglie; […] non è l’albero, il volto, la scena rappresentati che mi commuovono, è l’uomo che trovo nell’opera"
La modernità degli impressionisti è nel modo diverso di affrontare il problema del rapporto con la realtà. Essi capiscono che noi non percepiamo la realtà per frammenti isolati, definiti, immobilizzati, ma la sentiamo nella sua totalità e continuità. Nella riproduzione pittorica dunque nulla può essere definito, e numerato come in un elenco, ma la realtà dovrà essere resa nella sua globalità come noi la percepiamo
Le invenzioni della fotografia e dei trattati di ottica costringono a rivedere le tecniche che la pittura adotta per riprodurre la realtà. L'abolizione dei bianchi, dei neri, dei contorni, la consapevolezza che tutto diventa oggetto del dipingere, la scelta di dipingere "en plein air" trovano una sintonia in Cézanne, ma le scelte tecniche rispetto a Monet, che è il più rappresentativo dei pittori impressionisti, sono diverse. Per osservare un quadro di Monet bisogna stare ad una certa distanza, mentre guardare un quadro di Cézanne da vicino certe volte è necessario. 

video




le diverse rappresentazioni delle ninfee da parte di Monet, in diverse ore del giorno, per seguire la luce che si riflette nella natura

Secondo i pittori impressionisti la realtà muta continuamente di aspetto. La luce varia ad ogni istante, le cose si muovono spostandosi nello spazio: la visione di un momento è già diversa nel momento successivo. Tutto scorre. Nella pittura impressionista le immagini trasmettono sempre una sensazione di mobilità.
L’attimo fuggente della pittura impressionista ha analogie evidenti con la fotografia. Anche la fotografia, infatti, coglie una immagine della realtà in una frazione di secondo. E dalla fotografia gli impressionisti non solo prendono la velocità della sensazione, ma anche i particolari tagli di inquadratura che danno alle loro immagini particolare sapore di modernità.
La tecnica impressionista nasce dalla scelta di rappresentare solo e soltanto la realtà sensibile. Evita qualsiasi riferimento alla costruzione ideale della realtà, per occuparsi solo dei fenomeni ottici della visione. 

E per far ciò cerca di riprodurre la sensazione ottica con la maggior fedeltà possibile.



Nessun commento:

Posta un commento

scrivi qui il tuo commento, sarà visibile dopo l'approvazione